ArtSail loading icon...
Pino Pinelli

 

Pino Pinelli

Nasce a Catania nel 1938, dove compie gli studi artistici. Nel 1963 si trasferisce a Milano, dove tuttora vive e lavora. Nei primi anni Settanta nascono così i cicli delle “Topologie” e quelli dei “Monocromi”. Dal 1976 riduce drasticamente la dimensione delle sue opere, che si vanno collocando nello spazio, accostate l’una all’altra, quasi deflagrate, disseminando i loro frammenti nello spazio: l’artista abbandona tela e telaio, attratto dal concetto stesso di pittura. Nel corso dei decenni, le sue opere si sono qualificate come corpi inquieti di pittura in cammino nello spazio, fluttuanti e migranti in piccole o grandi formazioni, che esaltano la fisicità tattile e la felicità visiva del colore. Ha tenuto oltre cento mostre personali in musei e istituzioni culturali italiane e internazionali, tra cui: Kunstverein Villa Franck di Ludwigsburg, Musée d’Art di Langres, Forum Kunst di Rottweil, Civica Galleria d’Arte di Gallarate, Kunstverein Schloss Lamberg di Steyr, Istituto Italiano di Cultura di Londra e di Praga, Villa La Versiliana di Pietrasanta, Palazzo della Cultura di Catania, Multimedia Art Museum di Mosca, The Merchant House di Amsterdam. Tra le mostre collettive, ricordiamo: la Biennale di Venezia (1986-1997), la Quadriennale di Roma (1986-2006) e la Triennale d’Arte Lalit Kala Akademi di Nuova Delhi, e tra i musei: Musée d’Art Moderne di Parigi, Galleria Civica di Modena, Galleria Civica di Torino, Galleria Nazionale di Roma, Palazzo Forti di Verona, Villa Arson di Nizza, Kunstverein di Hannover, Haus am Waldsee di Berlino, Kunstverein di Bregenz, Hochschule für Angewandte Kunst di Vienna, Kunstverein di Francoforte. Le sue opere sono in numerose collezioni museali permanenti tra cui quella del Museo del Novecento di Milano.


Share

Cookie