ArtSail loading icon...
Non si butta via niente. Una rete di riciclo museale unica in Italia
30/07/2022

Non si butta via niente. Una rete di riciclo museale unica in Italia

Realizzato da Angela Della Porta.

Attualmente temi quali riciclo, ambiente, sostenibilità ed economia circolare sono all’ordine del giorno; eppure, non sempre vengono associati al mondo dei beni culturali. Nel mese di giugno è stata lanciata una nuova startup chiamata “Non si butta via niente”, vincitrice del bando InnovaMusei, promosso da Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Fondazione Cariplo. Il progetto annovera la partecipazione di Triennale Milano.

All’interno di un budget preventivo, tra i costi di produzione delle mostre quello degli allestimenti è uno tra i più ingenti. Inoltre, una volta effettuato il disallestimento, non tutti i musei hanno la possibilità di conservare i propri apparati per riutilizzarli successivamente. “Non si butta via niente” affronta questi problemi creando una piattaforma che mette in vendita e a noleggio oggetti da allestimento, strutture espositive, sistemi di illuminazione, audio e video. Tale servizio, che si basa sull’economia circolare, sul riutilizzo ed il riciclo, permette alle realtà più piccole di poter acquistare o noleggiare i materiali rigenerati, andando incontro però anche a quei soggetti museali che archiviano nel proprio magazzino apparati allestitivi.



Il concetto di rete museale, di condivisione e scambio di cui tanto si parla oggi è uno degli aspetti principali di questa startup innovativa con alla base un network in continua crescita che include musei civici, musei privati, musei d’impresa e aziendali, collezioni pubbliche, private, fondazioni, associazioni e spazi indipendenti.

La proposta di abbonamento alla piattaforma ha tre formule: small, medium e large. La prima, gratuita, prevede l’iscrizione alla piattaforma e l’accesso ai servizi di sharing; la medium, del costo di 3.500 euro, ha in aggiunta 50 didascalie Braile e l’acquisto di materiali di allestimento realizzati a partire da materiali riciclati scontati al 30%. Infine, l’abbonamento large offre in più anche 15 plastici sensoriali, un laboratorio didattico sui temi della sostenibilità, 1000 gadget museali personalizzati in plastica riciclata, due consulenze preliminari di progettazione per progetti o adeguamenti allestitivi.

L’offerta anche di apparati allestitivi inclusivi, di laboratori didattici ed educativi, permette di comprendere come ci sia un a sensibilità non solo dal punto di vista del riciclo e della sostenibilità, ma anche dell’inclusione e della formazione. Inoltre, la differente offerta di abbonamenti permette di raggiungere grandi e piccoli enti creando una rete solida e di valore reale.
Un progetto unico sul territorio italiano ed unico nel suo genere che mira agli obiettivi dell’Agenda 2030, cercando di valorizzare quelli che vengono definiti come materiali di scarto per ridarne una nuova vita, un nuovo utilizzo, diminuendo i costi e le materie di produzione. A questo va aggiunta la promozione di una sensibilità green di cui ogni settore lavorativo, tra cui quello museale, si sta facendo carico. Concludendo è possibile definire questa startup come un progetto che affronta problemi contemporanei in modo efficace creando una vera e propria rete di riciclo museale unica in Italia.

Share

Cookie

Questo sito web utilizza cookie di terze parti

X - CHIUDI
Questo sito utilizza cookie tecnici anonimi per garantire la navigazione e cookie di terze parti per monitorare il traffico e per offrire servizi aggiuntivi come ad esempio la visualizzazione di video o di sistemi di messaggistica. Senza i cookie di terze parti alcune pagine potrebbero non funzionare correttamente. I cookie di terze parti possono tracciare la tua attività e verranno installati solamente cliccando sul pulsante "Accetta tutti i cookie". Puoi cambiare idea in ogni momento cliccando sul link "Cookie" presente in ogni pagina in basso a sinistra. Cliccando su uno dei due pulsanti dichiari di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e di accettarne le condizioni.
Maggiori informazioni