ArtSail loading icon...
Senza titolo

 

Luigi Carboni / Senza titolo

Luigi Carboni è uno dei pittori italiani più geniali della sua generazione, eppure le sue tele si presentano assai spesso con sembianze proprie della scultura… Ma il suo inganno ha un obiettivo.
Nella seconda metà degli anni ottanta il suo lavoro utilizzava frequentemente oggetti geometrici, liberamente organizzati in rapporto ad una struttura reticolare. La griglia poteva identificarsi con una rastrelliera in metallo o, più semplicemente, con il modo stesso in cui gli elementi del lavoro erano stati ordinati: in ogni caso la sua forza organizzativa era fortemente presente. Da tale combinazione, scaturiva un gioco ambiguo fra la struttura e l’applicazione libera della pittura, e fra la pittura e le forme solide degli oggetti che, a loro volta, trovavano il loro punto di riferimento nella griglia.

Nei lavori recenti gli elementi tridimensionali spariscono, ma le superfici delle sue tele sono più spesse e dense: il colore si alza dal piano, cattura e riflette la luce e le ombre, ma la ripetizione di certe forme sussurra che il reticolo è ancora presente, proprio come quindici anni fa, legando le digressioni alla superficie e permettendo il loro gioco, nella consapevolezza che una struttura solida è presente nello sfondo. Quando Carboni impiega forme tridimensionali – e queste appaiono spesso senza nessun riferimento apparente al bagaglio tradizionale della pittura – la loro superficie si impone come preminente: può essere d’oro o d’argento, ruvida o lucida, ma è sempre pittura. È indicativo che le sue ‘sculture’ possano essere disposte in svariate configurazioni, in conformità al gusto personale, piuttosto che alle intenzioni dell’artista stesso.

Dimensioni: 137 cm X 100 cm
Periodo: 2016

 

Biografia dell'artista

 

Luigi Carboni nasce a Pesaro nel 1957, dove vive e lavora. Oltre a Studio la Città, molte gallerie, sia in Italia che all’estero, gli hanno dedicato mostre personali: Jack Shainman Gallery, New York; Lumen Travo Gallery, Amsterdam; Patricia Faure Gallery, Los Angeles; Galleria Giò Marconi, Milano; Otto Gallery, Bologna; Studio la Città, Verona; Centro Arti Visive Pescheria, Pesaro; nel 2010 al MACRO, Museo d’Arte Contemporanea di Roma e la più recente del 2016 al MAC, Museo d’Arte Contemporanea di Lissone. Le sue opere sono presenti in numerose collezioni private e pubbliche: Galleria d’Arte Moderna di Bologna, Palazzo Reale Museo d’Arte Contemporanea di Milano, Collezione della Banca Commerciale Italiana, Banca Intesa, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Collezione della Farnesina, Collezione della Banca Unicredit, Collezione della Schaufler Foundation.

Share

Altre opere dell'artista in galleria

ALTRE OPERE DELL'ARTISTA SU ARTSAIL

ALTRE OPERE DELLO STESSO GENERE

Cookie