ArtSail loading icon...

 

Raffaella Surian / Pulsar 5

Maniera a zucchero, cera molle, acquatinta e collage -stampa monotipata

Cornice in legno bianca

Stampa d'arte realizzata con più lastre, stampata su carta cotone Hahnemuhle, ripresa con collage rendendola così unica.

Dimensioni: 85 cm X 125 cm X 5 cm
Periodo: 2011

 

Biografia dell'artista

 

Raffaella Surian si diploma alla NABA allora diretta da Guido Ballo, seguendo i corsi di Veronesi, Tadini, Isgrò e appassionandosi alle tecniche dell’incisione con Walter Valentini, che affiancherà poi come assistente. Gravi vicissitudini personali hanno determinato abbandoni e riprese della sua attività artistica; Dino Formaggio, Paolo Biscottini, Giorgio Segato e Marco Fragonara, curano inizialmente alcune sue mostre. Alla presentazione di un nuovo ciclo di lavori a Milano scrive Il Mercante di Stampe Tabanelli:... il suo segno appare svincolato da passate soluzioni razionali, i colori eclatanti sono spalmati con libertà e vigore nella composizione dell’immagine che spesso si rapporta a una storia, un luogo, un testo poetico. E Alberto Crespi presentando i suoi lavori al MAC di Lissone:…sostenuta da fortissima volontà, spazia dall’incisione al disegno in ampie opere su carta, ai libri d’arte e piccole edizioni con poesie e acqueforti, alla pittura con belle doti di sperimentatrice curiosa di innovazioni temprate da senso della misura e naturale eleganza.Ultimamente la sua ricerca tecnica e poetica si spinge ancora verso nuovi orizzonti: affronta la figura umana in un ciclo di Via Crucis esposta al MUDI di Milano, su carte grezze trattate e in una serie, Album, di ritratti, esposti al Centro Macchi di Varese. I nuovi lavori nei cicli Controluce, Confine, Alta Quota, Genius Loci, diventano magmatici e quasi spirituali nelle grandi dimensioni sempre su carte trattate e a collage.

Alcune Personali

"Incisioni", Palazzo Ex Poste Monza a cura di Paolo Biscottini

"Incisioni", Galleria Il Castello Trento

"La Danza del segno", Sala Samonà Padova a cura di Giorgio Segato

"Un Mondo Altro", Galleria Il Mercante di Stampe Milano testo Marco Fragonara

"L’istante consistente", Spazio Lumera Milano testo di Rodolfo Balzarotti

"Via Crucis", Museo Diocesano Milano a cura di Paolo Biscottini

"Nautica Celeste", MAC Dino Formaggio Teolo a cura di Stefano Annibaletto

Alcune collettive

"Pittura al femminile", Centro Culturale Praglia PD a cura di Dino Formaggio

"Presenze del Contemporaneo", Museo d’Arte Contemporanea Lissone a cura di Alberto Crespi

"Ti basta la mia grazia", Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano a cura di Cecilia De Carli

"Biennale dell’incisione", Bassano del Grappa

"Miniprint", International Cadaques Spagna (ESP)

"Mirror – face to face-" Hall Parque Providencia Santiago del Cile (CHL)

"Donazioni", II MAX spazio officina Chiasso (CH)

Raffaella Surian she spent her early life in Teolo, a small village in the Colli Euganei where she studied until she decided to move to Milan. She attended the art academy in Milan, “Nuova Accademia di Belle Arti” (NABA). She graduated in 1983 with Prof. Tadini, Valentini, Isgrò and Veronesi. She has been a professor assistant for 10 years; especially she worked with Prof. Valentini, Benedetti and Della Torre.She started a dynamic art activity by having few exhibitions in Milan, but at the very beginning she had to slow down with art teaching and working because of a private inconvenience.After a period characterized by pauses and restarts, she gave her works new ideas and she published an art book with a poem of D. Rondoni.“I have always worked on paper and I have always manipulated this material / support to make it almost sculpture: from engraving, to collage, to treated papers.The etchings are made with several plates, with very long times of etching, broken; printed with thick paper and with a lot of pressure from the press: for me the engraving technique is an expressive and not a reproductive means.The basis of the composition of other works always derives from etchings, sugar or soft wax manner, with collage interventions: I do not consider collage as an added detail to the engraved sheet, but as a primary construct.”Her work now is in a constant evolution, she is moving from etching to drawing, from gigantic canvas opera to small art books.

Share

ALTRE OPERE DELL'ARTISTA SU ARTSAIL

ALTRE OPERE DELLO STESSO GENERE

Cookie