ArtSail loading icon...
Odile Chalmin

 

Odile Chalmin

Odile Chalmin è nata nel centro della Francia il 28 ottobre 1958. Da sempre attratta dall’Italia, vi soggiorna spesso. Per 25 anni ha imparato la rilegatura da un maestro Marsigliese. Così ha accostato il mondo dell’arte.Dal 2011, il suo slancio artistico si è aperto verso la pittura. Questa nuova attività artistica si è rivelata in lei come un’evidenza, un mezzo più libero di espressione.
Oggi gioca con i Materiali che le permettono di strutturare i quadri (pelle, carta, vegetali), con le pitture (acrilico, tempera, pastello, acquerello, inchiostro) per dare vita alle immagini interiori che la abitano.
Il suo lavoro di pittrice dal 2011 è iniziato con il marouflage, utilizzando pastello e acquerello, poi ha osato introdurvi l’acrilico. Adesso il tempera è la materia che meglio corrisponde al suo modo di la sua espressione. La sua tecnica è sensuale perché non esita a lasciare pennelli e coltelli e a lavorare direttamente con le sue mani: mentre delicatamente… spingendo più forte nei punti in cui era necessario… allungando la vernice ad olio o concentrandola. Lo sappiamo, la creativa è intima. È unica e personale. Diversa per ciascuno. Ma per tutti è un’energia vitale, un vero nutrimento per affrontare l’esistenza e la vita. Il modo di creazione di Odile è dunque un cammino dal punto di vista delle tecniche ma anche nella padronanza dei colori e delle forme. Sempre al limite dell’astratto e del figurativo.
La fonte delle immagini che ci consegna è sempre la stessa: immagini mentali che le arrivano durante fasi di sonno difficile. È una liberazione quando vengono posate sulla tela. Questa forma di espressione, che può assomigliare all’arte grezza, non l’ha scelta: si è imposta a sé stessa.
Estrarre e astrarre l’immagine del reale, dando vita a immagini che stimolano liberamente l’immaginazione.
Ha esposto a Parigi, Marsiglia, Eyguières ( artista permanente), Bologna.



Share

Cookie