ArtSail loading icon...
Hema Upadhyay

 

Hema Upadhyay

Hema Upadhyay (Baroda 1972 – Mumbai 2015), è un’artista che da sempre ha usato diversi materiali e linguaggi espressivi come metafora della vita in India e delle sue difficoltà, dal problema delle baraccopoli a quello dell’immigrazione. La sfida estetica a cui Upadhyay sottopone lo spettatore è quella di coinvolgerlo con molteplici emozioni contemporaneamente, creando un dialogo tra le diverse classi sociali. Dal 1999 in poi le sue installazioni di grandi dimensioni sono state esposte nei più importanti musei del mondo, tra i quali: Centre Pompidou (Parigi), MAXXI (Roma), Museum on the Seam (Gerusalemme), MACRO (Roma), Studio la Citta (Verona), IVAM (Valencia), MART (Rovereto), Mori Art Museum (Tokyo), Hangar Bicocca (Milano), Chicago Cultural Centre (Chicago), Ecole Nationale Superieure des Beaux Arts (Parigi), Fukuoka Asian Art Museum (Fukuoka, Giappone), Henie Onstad Kunssenter (Oslo), Art Space Museum (Sydney). Studio la Città ha presentato l’opera di Hema Upadhyay: Silent Shadows all’interno del Padiglione Iran durante la 56° Biennale di Venezia, in una mostra dal titolo The Great Game / Iranian Highlights, a cura di Marco Meneguzzo e Mazdak Faiznia.


Share

Cookie