ArtSail loading icon...
Concetto Pozzati

 

Concetto Pozzati

Concetto Pozzati (Vo', 1º dicembre 1935 – Bologna, 1º agosto 2017) ha studiato dapprima a Bologna, per poi continuare a Parigi e specializzarsi in grafica pubblicitaria. Dopo un esordio come artista informale, si è avvicinato alle tematiche pop.

Tra il 1963 e il 1965 l’artista è presente alle Biennali di Tokio, di San Paolo del Brasile, di Spoleto e di San Marino e partecipa a soli 28 anni alla XXXII Biennale di Venezia. Dopo poco, sempre nel 1964, arriva un altro invito importante a livello internazionale, quello di partecipare alla III Documentata di Kassel, dove espone nella stessa sala di Jasper Johns.

Pozzati ha insegnato all'Accademia di belle arti di Urbino, di cui poi è stato anche direttore fino al 1973; in seguito ha insegnato alle Accademie di Firenze e Venezia. Quando è diventato ordinario della cattedra di pittura all'Accademia di belle arti di Bologna, gli è subentrato l'amico Emilio Vedova. È stato accademico di San Luca. Molte le sue mostre personali di rilievo internazionale, tra cui nel 1963 alla Biennale di Tokyo, nel 1964, 1972, 1982, 2007 e 2009 alla Biennale di Venezia, nel 1964 a documenta di Kassel, nel 1969 alla Biennale di Parigi,el 1974 tiene una grande antologica a Palazzo Grassi (Venezia) ed espone alla Quadriennale di Roma (che già aveva esposto sue opere nel 1959, 1965 e 1973), nel 1976 importante antologica al Palazzo delle Esposizioni di Roma, con oltre 200 opere, e al Padiglione d'Arte Contemporanea a Ferrara, inaugurato proprio in occasione di quella mostra.



Share

Cookie